• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Cronaca nera, Top News

Incidente sul Bernina, muore l’alpinista Norbert Joos

Photo Norbert Joos Facebook Page
Photo Norbert Joos Facebook Page

Norbert Joos, guida alpina dei Grigioni, uomo di grande esperienza sulle montagne nostrane, ma anche in Himalaya, ha perso la vita a 55 anni mentre scendeva dal Bernina con due clienti italiani che sono rimasti gravemente feriti. Ne ha dato notizia la polizia cantonale ed il soccorso alpino svizzero.

L’incidente è avvenuto ieri verso le 14 lungo la cresta in prossimità della “spalla” sul confine italo-svizzero; mentre si avviavano in discesa, attorno ad una quota di 3900metri, uno dei componenti della cordata è scivolato trascinando i due suoi compagni, che non hanno avuto la possibilità di fermarne la caduta, che si è conclusa dopo un volo di più di 160 metri.

I soccorritori immediatamente accorsi sul luogo hanno prestato i primi soccorsi ai due clienti apparsi subito gravemente feriti, un uomo di 58 anni e una donna di 56, per poi affidarli alla Rega che li ha immediatamente trasportati con l’elicottero all’ospedale cantonale di Coira. Purtroppo i colleghi di Joos, che stavano operando il soccorso, non hanno potuto far altro che constatare la sua morte.

L’incidente ha creato problemi e reso difficile la prosecuzione alpinistica anche per due altre alpiniste che erano presenti al tragico evento, tanto che i soccorritori le hanno elitrasportate fino all’ospedale di Samedan, dove sono state assistite psicologicamente.

Il Pizzo Bernina. Photo guidealpine.info
Il Pizzo Bernina. Photo guidealpine.info

Il gruppo di cinque alpinisti aveva passato la notte nella capanna Tschierva e stava raggiungendo, passando per la vetta del Bernina a 4048 metri, il rifugio Marco e Rosa, sul versante italiano.

“Noppa”, Norbert Joos era originario di Coira dove era titolare di uno dei più noti negozi di articoli sportivi, era un noto alpinista conosciuto anche a livello internazionale, e aveva al suo attivo 13 ottomila, saliti senza l’uso dell’ossigeno. Solo l’Everest lo aveva costretto alla rinuncia, ma probabilmente il circo della gran montagna non lo allettava più di tanto.

All’operazione di soccorso e recupero ha partecipato con i suoi specialisti anche la polizia cantonale che invita eventuali testimoni a rivolgersi al posto di polizia di Poschiavo (telefono 081 839 04 50).

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Il suo ricordo rimarrà per sempre legato ad una storica impresa alpinistica quale la traversata, insieme a Loretan, della cresta est dell’Annapurna I in stile alpino. Alpinismo allo stato puro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *