• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Fotografia, Primo Piano

Vota il tuo “Rifugio del Cuore”: i migliori saranno scelti per il calendario 2017 di Meridiani Montagne

MILANO — Ogni amante della montagna ha un rifugio preferito, quello a cui associa i ricordi più belli di una vacanza in alta quota. La rivista Meridiani Montagne lancia, dopo il grande successo riscosso dalla prima edizione, la seconda edizione del sondaggio web “Il Rifugio del Cuore” invitando tutti coloro che nei prossimi mesi si innamoreranno di un rifugio, a raccontarlo e votarlo su http://rifugiodelcuore.meridiani.com.
L’iniziativa è patrocinata dal Club Alpino Italiano. Possono partecipare tutti i rifugi italiani, senza alcun vincolo di zona o grandezza. I parametri di votazione includono la bellezza delle montagne circostanti, il valore storico della struttura, la particolarità delle escursioni a disposizione e tutto quanto concerne l’accoglienza del gestore quindi la cucina, la pulizia, le attività per i più piccoli. Ultimo ma non meno importante il ricordo personale che spinge a votarlo come rifugio del cuore.
A vincere il sondaggio saranno i 12 rifugi più amati che avranno quindi registrato il maggior numero di votazioni: essi verranno immortalati dai fotografi di Meridiani Montagne e diventeranno i protagonisti del calendario 2017, allegato come sempre al numero di novembre.

«I rifugi alpini, così ho sempre pensato nelle mie notti più belle in alta quota, sono luoghi emblematici per chi ama la montagna: per molti escursionisti sono un punto di arrivo, una meta. Per gli alpinisti diretti alle pareti sono un punto di partenza. Perciò chiunque ami le altezze, indistintamente, trova in quelle case isolate, in quegli avamposti di umanità nel mondo sterile dei territori in quota, prima di tutto una propria collocazione individuale, e, mi verrebbe da dire, anche una propria dimora dello spirito. Non si tratta dunque di capire quali sono i rifugi migliori, anche perché nessuno potrebbe stabilirlo (si pensi che non si sa neppure quanti sono in Italia). Si tratta di appellarsi ai sentimenti di chi frequenta la montagna, di fare appello alle esperienze e ai ricordi di ognuno, per capire quali sono i rifugi più amati dagli italiani». Marco Albino Ferrari

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *