• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Primo Piano

Novità nel regno animale: scoperta nelle Alpi biellesi la vipera walser

Photo courtesy of Andrea Battisti
Photo courtesy of Andrea Battisti

Ha gli occhi ramati e le pupille verticali, striscia furtiva tra le rocce e il suo veleno è mortale. Risponde al nome scientifico di Vipera walser, dalla popolazione di origine germanica che vive in Piemonte, la nuova specie di rettile scoperta nelle montagne delle Alpi biellesi.

Fino a poco tempo fa sarebbe passata per un comune marasso (Vipera berus), ma la differenza tra le due è data dal DNA, come spiegano i ricercatori, evidenziando la peculiarità della V. walser, il cui patrimonio genetico non si avvicina affatto a quelle delle altre vipere italiane. Per quanto riguarda il suo aspetto, ciò che la distingue è il numero di scaglie disposto intorno agli occhi e sulla testa. Il suo areale è inferiore ai 500 km2, compreso tra i 1500 e i 2100 metri di quota, ed è prevalentemente roccioso.

Proprio la ristrettezza dell’area in cui vive tale vipera costituisce un pericolo per questo serpente, che non solo è minacciato dai cambiamenti climatici che potrebbero danneggiare il suo habitat, ma anche dal commercio illegale di animali selvatici, per il quale i rettili rappresentano una cospicua parte del mercato.

Insomma, la vipera walser non ha fatto in tempo ad essere scoperta che rischia già l’estinzione.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *