• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Cronaca, Primo Piano

Da Milano a Roma in bici sulla via Francigena per la nuova Casa Sollievo Bimbi di Vidas

vidas3MILANO — Sono partiti il 9 di agosto da Milano, precisamente dalla sede di Casa Vidas, Alberto Martelli, primario dell’Ospedale di Garbagnate, Alfonso Costantino, Alberto Cavallet e Michele Popolizio: insieme attraverseranno l’Italia in bicicletta per raggiungere Roma attraverso la via Francigena in 5 tappe (l’arrivo è previsto per il 13 agosto), per l’iniziativa “Cartoline in Bicicletta”, nata per raccogliere fondi per il progetto pediatrico Vidas a domicilio e per la futura Casa Sollievo Bimbi, che andrà ad affiancare Casa Sollievo e sorgerà in via Ojetti a Milano. Il progetto è promosso, oltre che da Vidas  (www.vidas.it), dalle associazioni di volontariato “Davide il Drago”, “Con i Piccoli Angeli“, gli amici di Nicolas Rubagotti (Nel ricordo di Nicolas – Facebook).

Per il progetto “Cartoline in Bicicletta” sono stati coinvolti anche bambini e ragazzi degli istituti scolastici di Chiari, Urago e Pontiglio: è stato chiesto loro di realizzare dei disegni da rappresentare su una cartolina sul tema “Le cure palliative e l’hospice pediatrico”. Una giuria composta dagli stessi ragazzi ha poi selezionato 5 soggetti che sono stati stampati sul fronte delle cartoline, mentre sul retro viene sinteticamente presentato il progetto “Casa Sollievo Bimbi ed équipe pediatrica Vidas” che andranno a sostenere. Le cartoline sono in vendita online sui siti di Con I Piccoli Angeli e Davide il Drago e durante incontri pubblici con un’offerta libera a partire da 5€. Chiunque lo voglia, può acquistarle e indicare un indirizzo a cui le vuole inviare: saranno spedite dopo la benedizione che riceveranno da Papa Francesco il 14 agosto, quando i ciclisti, insieme ad altri 70 di sostenitori (che arriveranno in pullmann e treno), parteciperanno all’Angelus.

Cartoline in biciclettaIl ricavato della vendita delle cartoline sarà interamente devoluto al progetto pediatrico Vidas a domicilio e alla futura Casa Sollievo Bimbi: si tratta di una nuova struttura che sorgerà accanto all’hospice Casa Vidas (via Ojetti 66, MM1 Bonola), offrendo gratuitamente cure e sollievo a bambini e adolescenti malati inguaribili in fase avanzata e ai loro familiari. Proprio nei giorni scorsi, il Comune di Milano ha dato il nulla osta per la costruzione del nuovo edificio, che si svilupperà su sei piani, per un totale di 6.400mq.  Qui, i minori e i loro amici e famigliari, troveranno spazi accoglienti dove trascorrere la loro quotidianità come se fossero a casa, ma circondati da un’equipe che può far fronte a tutte le loro esigenze. “All’interno della struttura sono previsti sei mini appartamenti e spazi per ricreazione e gioco e per la convivialità”, spiega il dr. Giorgio Trojsi, segretario generale di Vidas. “Un piano sarà interamente dedicato al day hospice con ambulatori medici e fisioterapici”.

Casa Sollievo Bimbi sarà terminata nel 2018, per iniziare appieno la sua attività all’inizio del 2019. “Sarà sempre presente un’equipe pediatrica composta da medici, infermieri, assistenti e volontari adeguatamente formati, per dare supporto ai malati e ai loro famigliari 24 ore su 24”, continua Trojsi. Casa Sollievo Bimbi sarà anche il ponte ideale tra l’ospedale e il domicilio, favorendo un passaggio meno traumatico e più protetto fra le due realtà. Per i genitori, provati dalla difficile assistenza a casa, sono previsti spazi per la comunicazione e la formazione anche tecnica in compiti tanto ardui. Sostegno psicologico sarà garantito al famigliare, a volte e per

Il rendering di Casa Sollievo Bimbi
Il progetto di Casa Sollievo Bimbi

lunghissimo tempo unico care giver nella casa del bimbo malato. Il progetto risponde a un’esigenza molto sentita e che ancora non trova risposte valide: quella del sostegno per i pazienti pediatrici e le loro famiglie nella fase più difficile della loro malattia, che solo nel 25% dei casi, quando si tratta di bambini e ragazzi, è rappresentata da tumori, mentre nel restante 75% riguarda patologie croniche gravi che compromettono la vita dei minori e dei loro famigliari che si trovano ad affrontare, oltre alla malattia, una quotidianità ben lontana dalla normalità. Se il supporto agli adulti terminali non manca, per i bambini non esistono strutture, nonostante le posizioni per garantire l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore disposte dalla legge 38/2010. “Casa Sollievo Bimbi” di Vidas nasce per far fronte a questa esigenza.

Oltre agli spazi dedicati ai minori e alle loro famiglie, la struttura ospiterà anche un nuovo Centro Ricerca Scientifica su patologie e terapie relative all’età pediatrica, il Centro Studi e Formazione Vidas, attivo dal 1999, e l’Unità Discipline Umanistiche, che si occuperà di diffondere approfondite conoscenza sull’universo del sapere umano.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *