• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Bike, Eventi, Primo Piano

Anche Claudio Chiappucci alla cronoscalata di bike da Limone Piemonte a Sanremo

Testo di Gian Luca Gasca

LIMONE PIEMONTE, Cuneo — 95 chilometri di percorso per circa 3000 metri di dislivello complessivo. Sono questi i numeri della cronoscalata in mountain bike e e-bike che si terrà il 3 settembre 2016 e che condurrà i partecipanti da Limone Piemonte, la regina delle Alpi Marittime, a Sanremo (Imperia), città simbolo del ciclismo su strada con l’arrivo della grande classica Milano-Sanremo.

colle-boaria-01Qui però non si corre sull’asfalto ma su sentieri storici e importanti. Infatti la gara percorre una parte dell’antica Via del Sale. Uno dei tanti percorsi creati per facilitare i traffici commerciali, in particolare quelli del prezioso conservante estratto dall’acqua di mare. Ne esistono sei in Italia e, tutte, una volta perso il loro valore commerciale, sono diventate percorsi sentieristici molto battuti dagli appassionati.

Ogni tanto, come in questo caso, capita poi che su questi percorsi vengano organizzate delle gare. Gare non solo per agonisti in cerca del record, ma anche per semplici appassionati di montagna e di bici che possono scegliere di percorrere la Limone-Sanremo con le guide specializzate e, se i chilometri sono troppi, con le e-bike a pedalata assistita.

Claudio Cappucci
Claudio Cappucci

Interessante per tutti gli appassionati la partecipazione alla gara di “El Diablo” alias Claudio Chiappucci. Un nome storico del ciclismo su strada, in pista e del ciclocross. Attivo dal 1985 al 1998 Claudio vanta nel suo palmares la vittoria di una Milano-Sanremo, di tre tappe del Tour de France e di una del Giro d’Italia. E, ora, parteciperà alla crono Limone-Sanremo per dare quel tocco di piccantezza alla gara. Infatti gli atleti dovranno superare un tratto a cronometro in cui il tempo da battere sarà proprio quello di “El Diablo”.

Per maggiori informazioni: http://limone-on.com/limone-sanremo/

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *