• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Andrzej Bargiel strappa il record ad Urubko e diventa il nuovo “Leopardo delle Nevi”

Andrzej Bargiel è il nuovo “Leopardo delle Nevi”: ha infatti completato il magico circuito delle cime più alte tra quelle delle repubbliche ex sovietiche, in soli 30 giorni.

Ha salito il Peak Lenin (7.134 m, 16 di luglio), il Peak Korzhenevskaya (7.105 m, 25 luglio), l’Ismail Samani (Picco Comunismo, 7.495 m, 2 di agosto), il Khan Tengri (7.010 m, 10 di agosto) e infine il Picco Pobeda (7.439 m, 14 di agosto).

“Sono rientrato ora al campo base della cima del Picco Pobeda e sono super contento: sono riuscito a chiudere la sfida del Leopardo delle Nevi in 30 giorni. Una sfida contro il tempo e contro il meteo, ma la fortuna è stata dalla mia parte. Rientro felice a casa”.

Le condizioni meteo in Thien Shan, dove si trovano il Khan Tengri e il Pobeda, erano infatti pessime. In una settimana di permanenza al campo base del Khan Tengri Andrzej ha goduto di un solo giorno di bel tempo, ne ha approfittato e in meno di 36 ore ha portato a temine la salita.

Più o meno la stessa cosa è accaduta al Pobeda, quando ha raggiunto la vetta con tempo parecchio incerto, tanto che i suoi sostenitori non avevano esattamente chiare le ultime sue mosse. Poi la vetta e la rapida discesa come un Leopardo delle Nevi.

Andrzej Bargiel ha migliorato di 12 giorni il record finora imbattuto di Denis Urubko e Sergei Molotov, i quali avevano raggiunto le cinque vette in 42 giorni.

 

(photo courtesy UFT. Marcin Kin)

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. In realta sul sito russianclimb.com dice che nel 1991 tre alpinisti russi, in totale autonomia, salirono queste 5 cime in 36 giorni per cui il record precedente non sarebbe di Urubko e socio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *