• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Top News

Gran Sasso, allarme rientrato dal Rifugio Franchetti

Dopo le prime notizie arrivate dal Rifugio Franchetti questa mattina presto, in cui erano stati ipotizzati gravi crolli alla parete est del Corno Piccolo a seguito del terribile terremoto che ha sconvolto il Centro Italia questa notte, i gestori sono riusciti a verificarne l’effettiva entità.

Infatti fino alla tarda mattina la nebbia aveva impedito di comprendere il reale danno, che, a seguito al sopralluogo alla parete, si è rivelato fortunatamente più lieve di quanto inizialmente previsto: sono crollati alcuni grossi massi, ma il sentiero non pare essere interessato.

Sei ore fa l’aggiornamento dalla pagina Facebook del Rifugio: “La nebbia si è diradata e finalmente si vedono gli effetti della frana caduta nella notte dal Corno Piccolo e la sua entità:

sono crollati alcuni grossi massi dalla parte alta della “Via della Gola” sulla parete Est del Corno Piccolo, zona abitualmente soggetta a frane.

Da quel che si può immaginare la caduta di questi massi ha provocato lo scivolamento di altro detrito che si è mosso scivolando lungo il canale; parte del materiale è rimbalzato sul ghiaione sottostante, parte è rotolato verso valle e altro si è arrestato proprio alla base della cosidetta “Via dell’Immondezaio”, dove ora si vedono diversi blocchi appoggiati l’uno sull’altro.

Un evento sicuramente notevole ma non catastrofico, certamente di minor entità di quello provocato dal terremoto del 6 aprile 2009.

Purtroppo nella Valle del Tronto la scossa ha fatto ben altri danni, ben altri lutti. Un pensiero commosso a chi ha perso persone care, a chi non ha più la casa.”

 

(photo courtesy Rifugio Franchetti Facebook Page)

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *