• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Cronaca nera, Primo Piano

Alpinista muore sul Civetta, grave un altro sul Bernina

VAL DI ZOLDO, Belluno – Stava salando la via normale del Civetta quando Marco Michielon, 31enne insegnante di scuola materna, è precipitato per decine di metri perdendo la vita.

A dare l’allarme, nel pomeriggio di ieri, alcuni escursionisti che si trovavano sul ghiaione verso il Passo del Tenente. Ad arrivare l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore che ha presto individuato il punto dell’incidente, ma al medico non è rimasto che constatare il decesso dell’uomo a seguito dei traumi della caduta.

Michielon stava scendendo dalla via ferrata ed ha probabilmente perso l’equilibrio precipitando. La salma del 31enne è stata trasportata a Baita Civetta e affidata al Soccorso alpino della Valle di Zoldo.

Sempre nel pomeriggio di ieri un altro alpinista 27enne è rimasto ferito gravemente mentre cercava di raggiungere la vetta del Bernina. I due, partiti dalla Chamanna da Tschierva, hanno raggiunto senza problemi una quota di 3555 mt, quando uno dei due è scivolato a valle sulla neve per 200 metri, riportando ferite serie.

Il compagno di risalita ha immediatamente avvertito i soccorsi e un elicottero della REGA ha rapidamente recuperato l’infortunato e l’ha trasportato all’ospedale di Coira.

 

(photo courtesy ilgazzettino.it)

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. in effetti, mi ero posto il problema del moschettone che scorre tra un ancoraggio e l’altro.Ci sono nodi a scorrimento di Franz Backman, ma sono laboriosi e fanno perdere molto tempo.Ho visto alcune pinze che si ancorano a cavi di acciaio…e si fanno scorrere o si s bloccano.Ma e’ roba da impiantisti di seggiovie…non so se qualcuno li abbia mai provati su cavo di ferrata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *