• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata sportiva, Primo Piano, Rock

Ad Arco l’elite dell’arrampicata con il Rock Master e la Coppa del Mondo

Torna in Italia la Coppa del Mondo di Arrampicata Sportiva che vedrà ben 199 atleti in gara tra oggi, 26 agosto e domani sabato 27 agosto al Climbing Stadium di Arco (Garda Trentino) nella 5° tappa dell’IFSC Climbing World Cup.

In rappresentanza di ventotto nazioni da tutti e cinque i continenti saliranno in parete 135 climber impegnati nella disciplina Lead (75 uomini e 60 donne) e 64 nella disciplina Speed (34 uomini e 30 donne).

Ad Arco saranno presenti tutti i grandi nomi dello sport climbing mondiale: in campo maschile troviamo i leader della Coppa del Mondo 2016 Domen Skofic (SLO), Jakob Schubert (AUT), Stefano Ghisolfi (ITA), Gautier Supper e Roman Desgranges (FRA), e il campionissimo di Rock Master Ramon Julian Puigblanque. Tra i più attesi sulle pareti del Climbing Stadium il campione del mondo in carica Adam Ondra, che farà la sua prima apparizione in gara nel 2016 proprio ad Arco.

In ambito femminile vedremo in parete le giovanissime leader di Coppa del Mondo Janja Garnbret(SLO), Magdalena Röck (AUT) e Anak Verhoeven (BEL), insieme a climber del calibro di Jain Kim(KOR) e Mina Markovic (SLO).

La squadra italiana si presenta in forze con ben trentanove atleti nelle diverse discipline. Nel team azzurro troviamo Stefano Ghisolfi al 4° posto della classifica generale di Coppa del Mondo Lead e Francesco Vettorata 15° in Coppa del Mondo, ma anche gli specialisti della Speed Leonardo Gontero (oro ad Arco nel 2012) e Alessandro Santoni (bronzo ad Arco nel 2014).

Il programma prevede per venerdì 26 agosto alle ore 9:00 le qualifiche Lead, mentre per il sabato una giornata veramente intensa con le qualifiche Speed in programma per la mattinata, cui seguiranno dalle ore 12:00 le semifinali Lead. Le fasi finali sono previste alle 18:15 per la Speed e alle 20:00 per la Lead.

Domenica 28 agosto il trentesimo Rock Master sarà celebrato con una grande giornata di climbing i cui protagonisti saranno due eventi elettrizzanti, ricchi di emozioni e dal ritmo incalzante: il Duello e il KO Boulder Contest, che assegneranno i due trofei Rock Master 2016.

Alla storica competizione Rock Master Duel accedono i migliori otto atleti della Coppa del Mondo Lead Arco 2016, insieme con alcuni specialisti che hanno già ricevuto una wild card da parte dell’organizzazione. Per questa ragione possiamo già confermare che saliranno in parete: Adam Ondra, Jakob Schubert, Domen Skofic, Sebastian Halenke, Janja Garnbret, Magdalena Rock, Mathilde Becerra, Helene Janicot, Anak Verhoeven, Mina Markovic insieme agli italiani Stefano Ghisolfi e Francesco Vettorata, oltre alla giovane Andrea Ebner.

A sfidarsi sui quattro blocchi predisposti per il KO Boulder Contest dagli specialisti Jacky Godoffee Alberto Gnerro troveremo i migliori atleti del mondo: Rustam Gelmanov e Alexey Rubtsov (RUS), Jeremy Bonder (FRA), Jan Hojer (GER), Jernei Kruder (SLO) e ancora Adam Ondra (CZE), Monika Retschy (GER), Melissa Le Neve (FRA), Stasa Gejo (SRB), Julia Kruder (SLO), Katherina Saurwein (AUT), e i due atleti azzurri: Michael Piccolruaz, quest’anno argento nella Coppa del Mondo Boulder a Kazo (JPN) e Giorgia Tesio Campionessa Europea Giovanile Boulder 2016.

Il regolamento prevede che i sette atleti invitati a partecipare si confrontino sulla risoluzione di quattro problemi, che i climber possono testare per 90 minuti il giorno precedente alla gara. Nel corso della gara ciascun atleta ha a disposizione tre tentativi per risolvere il problema: per la classifica è considerata la presa più alta raggiunta e il numero di tentativi per raggiungere la stessa. In caso di pari merito sono considerati i risultati della batteria precedente. Gli atleti con le prestazioni peggiori sono eliminati e accedono al secondo blocco cinque atleti; al terzo problema accedono quattro climber e sul quarto e ultimo blocco saranno in tre a contendersi i gradini del podio. In caso di ex equo sull’ultimo blocco, gli atleti si sfideranno in una super finale.

(Nella foto: Asia Gollo – Rock Master Festival 2015 – IFSC World Youth Championships © thecircuitclimbing.com)

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *