• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Nuova Zelanda, Lui muore e lei sopravvive da sola un mese in un remoto rifugio

È stata trovata dai soccorritori dopo aver trascorso un mese in un remoto rifugio di montagna della Nuova Zelanda ed aver visto morire a causa di una caduta in un dirupo il compagno lo scorso 28 luglio.

La donna, una turista della Repubblica Ceca, era arrivata assieme all’uomo a gennaio e stava affrontando il percorso Routeburn Track che si trova all’interno del parco nazionale Fiordland National nella South Island: un cammino in montagna lungo 32 chilometri molto popolare, ma sconsigliato nella stagione invernale attualmente in corso.

Dopo un paio di giorni i due hanno perso l’orientamento, poi l’incidente mortale. La donna, dopo aver raggiunto un rifugio ed aver trovato alcune provviste, è riuscita a sopravvivere, nonostante le temperature rigide e le forti nevicate, fino a qualche giorno fa quando è stata ritrovata, grazie anche alla propria intraprendenza, che l’ha portata scrivere sulla neve una grande H, che ha permesso di individuarla.

La scomparsa era stata segnalata dall’ambasciata ceca solo la settimana scorsa.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *