• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Primo Piano

Muore parapendista spagnolo in Alta Savoia

CHAMONIX, Francia – Un parapendista spagnolo è morto ieri dopo una caduta nei dintorni del Brévent, una cima sita all’estremità meridionale della catena delle Aiguilles Rouges. L’uomo aveva 40 anni. A dare l’allarme è stato un altro parapendista, ma all’arrivo dei soccorritori per lo spagnolo non c’era più niente da fare. La salma è stata ritrovata a circa 1800 metri di altitudine.

Secondo le ricostruzioni, il parapendista si sarebbe avvicinato molto alle rocce per sfruttare le correnti. Una decisione che gli è stata fatale.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Se la tuta alare fosse un’automobile, sarebbe gia’ stata ritirata e richiamata in ditta per verifiche..incidenti troppo frequenti per non sospettare un aspetto tecnico -strutturale che non le rende idonee alle evoluzioni ipotizzate.Oppure l’uso e’ soggetto a troppe variabili casuali incontrollabili.Anche il paracadute agli inizi..frenava troppo bruscamente , facendo collassare gli organi interni di chi stava appeso e veniva sottoposto ad una decelerazione troppo brusca.Col tempo e ..tante vittime..si e’ perfezionato.

  2. Non capisco questo commento…
    Qui si sta parlando di parapendio, la tuta alare e tantomeno il paracadute da lancio non c’entrano un bel niente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *