• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Primo Piano

Alpinista tedesco perde la vita sul Bianco: era da solo, senza piccozza e imbrago

Testo di Denis Falconieri

Un uomo tedesco di 67 anni è morto oggi, mercoledì 31 agosto, nel massiccio del Monte Bianco: dopo aver raggiunto i 4.810 metri della vetta dalla via normale francese, è caduto per circa 200 metri saltando una parete di ghiaccio quando stava scendendo dal versante nord.
L’uomo, originario di Monaco, era solo e non era equipaggiato né di piccozza, né di imbrago, ma aveva con sé solamente due bastoncini da sci.
L’allarme è stato dato da una cordata di alpinisti bulgari che ha visto il tedesco precipitare mentre stava attraversando una cresta affilata, larga circa 40 centimetri.
Gli uomini del Peloton de Gendarmerie de Haute Montagne di Chamonix, intervenuti per effettuare le operazioni di soccorso, non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’uomo. “Quando si effettuano ascensioni di questo genere – ha spiegato uno dei soccorritori – il minimo errore è fatale, basta che un rampone si impigli nei pantaloni o nei lacci e ci si inciampa”.
Per indagare sulle cause dell’accaduto è stata aperta un’inchiesta.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *