• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Tecnologia, Top News, Turismo

Record Val della Mite: neve artificiale a 3mila metri

pejo 3000 all'arrivoLa giunta provinciale di Trento ha approvato: quest’inverno i cannoni sparaneve saranno posizionati a 3000 mt di quota per innevare la pista della Val della Mite. “Non sono emersi problemi dal punto di vista ambientale” ha detto l’assessore Mauro Gilmozzi; il consenso è arrivato anche dal Parco dello Stelvio, dopo un’attenta valutazione dell’incidenza ambientale.

È una decisione importante – si tratterà dell’impianto di questo tipo più elevato della Regione – che segue una tremenda stagione invernale per la Pejo 3000, con precipitazioni scarsissime, tanto che la funivia da Tarlenta a Crozi Taviela è entrata in funzione solo a febbraio, per due giorni; per non parlare della pista della Val della Mite, aperta solo a marzo.

Una disgrazia, in termini ambientali e turistici: il gruppo del Cevedale è impraticabile dagli sciatori se la neve non è sufficiente; i cannoni, però, potrebbero risolvere il problema. Gli impiantisti contano di impiegare 170mila metri cubi d’acqua, da sorgenti e laghetti, che andranno a creare un fondo di circa 40 cm di neve artificiale da utilizzare come base per quella naturale.

Oltre al nuovo impianto, è prevista la realizzazione di una nuova struttura nei pressi del rifugio Mantova; lo scavo per le condotte d’innevamento ospiterà, quindi, anche l’acquedotto e la fognatura.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. e pensare ad una pista in plastica ..a tecnospazzole, da ricoprire eventualmente con un telo in Estate e con uno straterello di neve, naturale o tecnologica, in inverno?Costicchia pero’…rimane per anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *