• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Muore escursionista nel bellunese. Disperso un altro a Cogne

Steven Dewaele, disperso in val di Cogne
Steven Dewaele, disperso in val di Cogne

R.B., escursionista tedesco di 52 anni, ha perso la vita precipitando per una trentina di metri in un dirupo non distante da Forcella Dignas, sopra la Val Visdende, al confine tra Italia e Austria. A dare l’allarme nel pomeriggio di ieri la donna austriaca che si trovava con lui.

Il primo ad intervenire è stato l’elisoccorso austriaco, che, constatata la morte in territorio italiano, ha allertato la centrale del Suem di Pieve di Cadore. Il 118 è quindi intervenuto con il proprio elicottero ed un tecnico del Soccorso alpino della Val Comelico in supporto alle operazioni, per il recupero della salma.

I due escursionisti stavano percorrendo l’Alta Via che si sviluppa lungo le creste al confine tra Italia e Austria. Solo la testimonianza della donna potrà chiarire la dinamica dell’incidente: da capire se la causa della morte sono state le lesioni conseguenti alla caduta o un malore che lo avrebbe fatto precipitare.

Sono invece in corso le ricerche del belga Steven Dewaele, che non ha fatto rientro a Cogne dopo una gita al bivacco Pol-Grappein, in Valnontey. L’uomo era tra i concorrenti al via del 4K Alpine Endurance Trail e si era ritirato dalla gara a Rhêmes sabato scorso. A dare l’allarme la moglie che non lo ha visto rientrare la sera in hotel. Le operazioni sono coordinate dal Soccorso alpino valdostano.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *