• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Top News

Invernale al Cerro Torre: Markus Pucher si ferma a 40 metri dalla vetta

Si è fermato all’ultimo tiro, 40 metri sotto la vetta, a causa della troppa neve e del ghiaccio. L’austriaco Markus Pucher era salito dalla Via dei Ragni lo scorso 3 settembre, ma ha dovuto rinunciare al suo sogno un’altra volta. L’anno scorso aveva si era ritirato a 300 metri dalla cima, sempre a causa delle condizioni meteo e della montagna.

Da quanto è possibile leggere su Patagonia Vertical, Pucher è partito il primo settembre da El Chaltén trascorrendo la notte sul ghiaccio ad un’ora da Paso Marconi. La notte del 2 settembre l’ha passata al bivacco Filo Rosso, da cui è partito alle 5 di mattina del 3 settembre. Le prime difficoltà sono state quella relative alla salita del tratto dell’Elmo, a causa del ghiaccio inconsistente, e dell’Headwall, che invece presentava ghiaccio estremamente duro, tanto da faticare nel trovare agganci per le piccozze.

Con sé l’austriaco aveva solo quattro viti da ghiaccio, una corda da 80 metri ed alcune fettucce. L’arrampicata è avvenuta in free solo, a parte sul tiro della Headwall dove si è assicurato. La rinuncia è avvenuta sotto la cima a causa del ghiaccio inconsistente ed il forte vento. Alle 10 è rientrato al Filo Rosso, dopo una discesa abbastanza facile, tranne che per la parte dell’Elmo a causa della qualità del ghiaccio che non consentiva di trovare ancoraggi buoni. Il 5 settembre è rientrato a El Chaltén.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Ma la calotta di ghiaccio fa parte della vera cima o lo e’ la roccia sottostante?
    Dilemma filosofico esistenziale o questione di lana caprina?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *