• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Cronaca, Primo Piano

Il CAI cerca volontari esperti per cercare l’escursionista scomparso

BaroscoTREVISO — Sono trascorsi 10 giorni dalla scomparsa dall’escursionista Stefano Barosco e, dato l’esito negativo delle ricerche, il CAI di Treviso lancia un appello: “Si cercano volontari, esperti della zona, che vogliano mettersi a disposizione dei soccorritori”.

“Ringrazio quanti si vogliano mettere a disposizione, ma vorrei precisare che la nostra sezione, non essendo in loco, non ha la possibilità di organizzare ricerche, Quello che facciamo è a livello personale e sotto la direzione del Soccorso Alpino o Vigili del Fuoco”, ha dichiarato Sergio Mari Casoni, presidente della secione CAI di Treviso.

Chi volesse andare a Pradimezzo (Cencenighe) potrà farlo di propria iniziativa, telefonando al 112 o ai carabinieri locali 0347 591202.

Barosco era uscito per un’escursione e non ha mai più fatto ritorno. Forse era diretto al bivacco Bedin. La sua Peugeot è stata trovata posteggiata in un parcheggio della località in località Pra’ di Mezzo a Cencenighe, nel Bellunese. Sabato 3 settembre un ragazzo che si trovava in una casera di Pra’ de Mur lo aveva ospitato.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *