• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Outdoor, Primo Piano, Trail

Tor des Géants, svizzero si finge lituano. Squalificato e denunciato

Photo courtesy of tordesgeants.it
Photo courtesy of tordesgeants.it

Tutto sembrava in regola per Ivan Kapincik, corridore lituano partecipante al Tor des Géants; il grosso della fatica era stato percorso, 300 km su 330.

Peccato solo che non si trattasse di Kapincik: a gareggiare sotto il numero 421 c’era Jack Boris Liver, 48enne svizzero, che pur di prendere parte alla competizione ha letteralmente fatto carte false.

Il regolamento del TdG prevede un numero limite di runner per nazione, per un totale di 770 concorrenti, molti dei quali provengono dalla vicina Svizzera. Per aggirare la quota, Liver si è presentato con la fotocopia di un documento altrui, e forse ce l’avrebbe fatta, se non fosse stato riconosciuto da altri corridori.

Liver è stato fermato a Bosses, la sera del 16 settembre, ed è stato poi convocato dalla Guardia di Finanza, ad Aosta.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *