• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata sportiva, Primo Piano, Sport

Mondiali Arrampicata sportiva Parigi 2016, i risultati degli azzurri

Stefano Ghisolfi. Photo courtesy F.A.S.I
Stefano Ghisolfi. Photo courtesy F.A.S.I

Il Mondiale di Arrampicata Sportiva ha regalato cinque giorni di grande climbing, spettacolo puro in cui l’Italia è riuscita a prendersi le proprie soddisfazioni grazie, tra i vari risultati importanti, al settimo posto di Stefano Ghisolfi nella Lead maschile e al quinto di Leonardo Gontero nella Speed maschile. A questi prestigiosi piazzamenti si aggiungono le 4 medaglie conquistate dal Paraclimb, l’argento di Alessio Cornamusini ed i bronzi di Lucia Capovilla, Simone Salvagnin e Matteo Stefani, che arricchiscono il bottino della spedizione azzurra in Francia

Nella Lead maschile, il torinese Ghisolfi, classe 1993 e tesserato Fiamme Oro Moena, conferma i pronostici della vigilia entrando in finale e prendendosi il settimo posto, dando seguito alle spettacolari prove in Coppa del Mondo che lo hanno visto guadagnarsi anche un argento nella tappa di Chamonix, sempre in Francia. Altri importanti piazzamenti anche quelli di Francesco Vettorata, tredicesimo, e Alberto Gotta, diciannovesimo, che si fermano ad un soffio dalla finale, vinta dal ceco Adam Ondra, che raggiunge il top dopo una gara monstre e si lascia alle spalle l’austriaco Jakob Schubert ed il francese Gautier Supper. Tra le donne, le Azzurre si fermano alle qualificazioni in una gara dal livello molto alto, vinta alla fine dalla strepitosa slovena Janja Garnbret, dominatrice anche in Coppa del Mondo, che si mette alle spalle la belga Anak Verhoeven e la sua connazionale Mina Markovic.

Nella Speed, l’altro torinese Gontero, anche lui classe ’93 ma tesserato Centro Sportivo Esercito, si prende un quinto posto tra gli uomini con una prestazione super, mentre a vincere è il polacco Marcin Dzienski, seguito dall’iraniano Reza Alipourshenazandifar e dal russo Aleksandr Shikov. Tra le donne è la classe 2000 Elisabetta Dalla Brida, vincitrice dei Mondiali Giovanili 2015 nella Speed (cat. Under 16), a rappresentare le speranze azzurre in finale, terminando in sedicesima posizione una gara vinta dalla russa Anna Tsyganova, seguita dalla francese Anouck Jaubert e dall’altra sovietica Iuliia Kaplina.

La squadra azzurra. Photo courtesy F.A.S.I
La squadra azzurra. Photo courtesy F.A.S.I

La gara Boulder ha regalato alla spedizione guidata dal DS Luca Giupponi altri due ottimi piazzamenti: tra gli uomini, il novarese Gabriele Moroni, classe 1987 della B-Side Torino, entra in top ten terminando con un super decimo posto e sfiora la finale, che viene vinta dal giapponese Tomoa Narasaki seguito del ceco Adam Ondra e dal francese Manuel Cornu. Tra le donne, splendida Andrea Ebner che in semifinale chiude quattordicesima una gara dal livello altissimo, andata contro ogni pronostico alla svizzera Petra Klingler che riesce a superare le atlete nipponiche Miho Nonaka, argento, e Akiyo Noguchi, bronzo.

Grandissime emozioni sono arrivate, infine, dalla Paraclimb, dove la spedizione azzurra mette a referto 4 medaglie. Nelle gare di venerdì arrivano l’argento del fiorentino Alessio Cornamusini nella nella RP-2 maschile e i bronzi di Simone Salvagnin nella B2 maschile e Lucia Capovilla nella AU-2 femminile; nella finale B-1 maschile di sabato è stato poi il turno di Matteo Stefani, che vince un altro straordinario bronzo davanti a settemila spettatori attoniti.

Un Mondiale che è stata anche un’esperienza intensa e ricca di momenti da ricordare, per la quale bisogna ringraziare non soltanto gli atleti saliti sulle pareti dell’AccorHotels Arema, ma anche coloro i quali si sono impegnati per la piena riuscita della spedizione, come lo Staff delle Nazionali e le guide degli atleti Paraclimb.

 I RISULTATI DEGLI AZZURRI:
 
BOULDER 
Maschile: 10^ Gabriele Moroni; 21^ Michael Piccolruaz; 
23^ Alessandro Palma; 
53^ Riccardo Piazza; 61^ Stefan Scarperi
Femminile: 14^ Andrea Ebner; 49^ Asja Gollo; 53^ Giulia Medici; 57^ Annalisa De Marco; 61^ Anna Borella;
SPEED 
Maschile: 5^ Leonardo Gontero; 13^ Ludovico Fossali; 18^ Gian Luca Zodda; 21^ Stanislao Zama; 33^ Alessandro Santoni
Femminile: 16^ Elisabetta Dalla Brida; 27^ Giorgia Randi; 30^ Silvia Porta; 35^ Andrea Ebner; 40^ Asja Gollo
LEAD
Maschile: 7^ Stefano Ghisolfi; 13^ Francesco Vettorata; 21^ Alberto Gotta; 29^ Marcello Bombardi; 41^ Stefano Carnati
Femminile: 29^ Andrea Ebner; 31^ Asja Gollo; 41^ Claudia Ghisolfi
PARACLIMBING
Maschile: 2^ Alessio Cornamusini RP-2M; 3^ Simone Salvagnin B2M; 3^ Matteo Stefani B1M; 5^ Giulio Cevenini B2M
Femminile: 3^ Lucia Capovilla AU-2F; 5^ Tiziana Paolini RP-3F
(Fonte F.A.S.I.)
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *