• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Danilo Callegari raggiunge senza ossigeno la vetta del Manaslu

“Con una soddisfazione senza pari vi posso finalmente comunicare che, alle ore 9:30am (ora Nepal) del 1 ottobre scorso, ho conquistato in completa autonomia e senza l’utilizzo di ossigeno supplementare la cima del Manaslu a quota 8.163 metri”.

Con queste parole Danilo Callegari annuncia il successo sull’ottava cima del mondo, spezzando il silenzio che durava dal 29 settembre quando il suo staff lo dava bloccato da una bufera di neve a Campo 3 (7.000 mt) ed in attesa della finestra di bel tempo per il giorno successivo. Anche l’alpinista friulano ha dovuto infatti fare i conti con il maltempo, che gli ha distrutto la tenda a campo 1, ma con pervicacia ed un po’ di fortuna, che gli ha fatto trovare una tenda abbandonata dove ripararsi, è riuscito a raggiungere il suo obiettivo.

“Ciò che ricorderò di più di questa lunga ed impegnativa scalata – scrive ancora Callegari – non sarà tanto la salita quanto la discesa. Da Campo3 a Campo Base, un giorno che vale una vita o forse più vite contando tutte le volte che me la sono giocata, privo di energie, completamente solo lungo la via di discesa, in mezzo a pericoli costanti, passaggi tecnici, cinquanta centimetri di neve fresca e una white-out totale. Un giorno che potrebbe valere un intero libro tra paure, pericoli, consapevolezze e “voci dal cielo”. Ma come sempre, ciò che conta di più è essere ancora vivo e pronto per le prossime grandi avventure!”.

L’alpinista ha già lasciato nella giornata di ieri campo base e domani riprenderà il trekking di rientro.

Related Post

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *