• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

AGGIORNATO: Ritrovato senza vita l’uomo disperso a Case Bortot

ivano-carlin_resized

AGGIORNAMENTO: È stato purtroppo ritrovato senza vita Ivano Carlin. Questa mattina, mentre diverse squadre controllavano casere e baracche della zona, un gruppo di soccorritori è sceso lungo la scarpata fino alla base di uno dei tratti più esposti del sentiero che porta a Ponte Mariano e ha visto il corpo. L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha sbarcato tecnico di elisoccorso e medico, che ha potuto solo constatare il decesso. Ricomposta, la salma è stata imbarellata e recuperata con un verricello per essere trasportata fino alla strada del Col di Roanza e affidata al carro funebre. Erano presenti Soccorso alpino di Belluno, Longarone, Alpago, Feltre e Prealpi Trevigiane con 2 unità cinofile, vigili del fuoco, militari del Sagf di Cortina e Auronzo con altre due unità cinofile, Corpo forestale dello Stato.

 

Sono ancora senza esito le ricerche di Ivano Carlin, il quarantenne bellunese di cui nulla più si sa da ieri. Dopo che nella notte il fratello ne ha ritrovato l’auto parcheggiata a Case Bortot, alle prime luci sono partite le perlustrazioni della zona. Le squadre hanno percorso il reticolo di sentieri che da quel punto partono numerosi, salendo anche fino al Rifugio Settimo alpini e verificando le casere e la strada delle gallerie. I tecnici forristi hanno sono scesi lungo il torrente Ardo e sono state effettuate calate nella gola che affianca il sentiero per il Settimo. Anche l’elicottero dei vigili del fuoco con a bordo personale del Soccorso alpino ha effettuato un sopralluogo dall’alto.

Ieri sera le squadre sono rientrate e si aspettano le possibili indicazione dell’unità cinofila molecolare del Cnsas da poco arrivata al campo base. Se nulla di nuovo dovesse emergere, le ricerche ripartiranno questa mattina. Non si sa l’abbigliamento indossato da Ivano. È alto un metro e 70, di corporatura nirmale, ha capelli corti scuri e indossa occhiali con la montatura bianca. Chiunque lo avesse incontrato o avesse sue notizie è pregato di contattare i carabinieri. Ieri erano presenti una cinquantina di persone: Soccorso alpino di Belluno, Alpago, Longarone, Feltre e Pedemontana del Grappa con il Centro mobile di coordinamento, unità cinofile e il Gruppo forre del Sasv, vigili del fuoco con i Saf, undici militari del Sagf delle Stazioni di Cortina e Auronzo con 3 unità cinofile, Corpo forestale dello Stato.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *