• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano, Territorio

Progetto Orobie, la montagna diventa DOP

lassusobr93-jpg_199129124

Tre milioni di euro in fondi e l’istituzione di un marchio registrato per i prodotti agricoli delle Orobie e, più generalmente, della montagna: è questo il progetto dell’Associazione San Matteo – Le Tre Signorie di Branzi e della Comunità Montana Valle Brembana, con il sostegno del Parco delle Orobie, della Coldiretti, della Camera di Commercio e altri. L’adesione delle associazioni a tutela delle specie alpine come la Bruna alpina originale e la Capra orobica non hanno tardato ad arrivare, insieme alle Latterie sociali di Branzi e Valtorta e altre aziende.

L’iniziativa rientra nel Piano di sviluppo rurale dell’Unione Europea, volta al recupero dell’agricoltura in montagna e dei progetti integrati di filiera, cioè il sostegno economico a chi produce e commercia nel settore agro-montano, in primis le aziende casearie, con un occhio di riguardo su frutta e cereali come il mais. I contributi andranno a coprire dal 35 al 45 percento degli interventi necessari al miglioramento dell’attività, come la gestione del bestiame o degli impianti (pascolo, lavorazione dei prodotti etc.).

“È un progetto che mira a coinvolgere tutti gli operatori di filiera nel territorio orobico” ha detto Antonio Leone, collaboratore dell’Unimont (Università della Montagna,). L’obiettivo è proporre al mercato prodotti montani autentici e, soprattutto, di qualità, e questo dipende dalle tecniche di allevamento e foraggio del bestiame.

 

Photo courtesy of ValBrembanaWeb

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *