• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Top News

Monte Bianco, una nuova via alle Aiguilles Marbrées dedicata a Gérard Ottavio e Joël Deanoz

20161101010449

Ezio Marlier, Giuda Alpina, e Alberto Corbella hanno aperto una nuova via mista sulla Cima Nord delle Aiguilles Marbrées, nel massiccio del Monte Bianco, nei pressi di Punta Helbronner. L’itinerario è stato chiamato Ottavio Deanoz, in ricordo di Gérard Ottavio e Joël Deanoz, che quest’estate hanno perso la vita sul Cervino.

A darne la notizia il Rifugio Torino, che sulla propria pagina Facebook scrive: “Anche in una stagione senza ghiaccio o quasi, la G. A. Ezio marlier è riuscito a scovare una nuova linea sui Marbré, proprio a due passi dal Rifugio Torino”.

 

Photo @ Rifugio Torino Facebook Page
Photo @ Rifugio Torino Facebook Page

La relazione completa della salita:

Località partenza: Rifugio Torino (Courmayeur, AO)

Punti appoggio: Rifugio Torino

Accesso:

Dal Rifugio Torino leggermente in discesa, lungo la traccia che porta al Dente e al colle di Marbree , fino al punto in cui la traccia comincia a salire.

La parete si trova sulla destra 15 min dal rifugio.

Note tecniche:

Materiale necessario: Friend fino al blu bd, serie nuts, 2 corde da 50m

Descrizione itinerario:

L1 40m M5 esile diedrino ghiacciato ad arco verso dx 2 chiodi con cordini in posto, sosta sul terrazzino

L2 45m 4b attraversare a dx 7/8 m e salire il diedro, sosta su spuntone

L3 45m 50* sosta nella strozzatura a sinistra

L4 45m 50*/60 4b verso dx sul pendio di neve e salire la goulotte/canale sosta a sx

L5 40m 50* 4a dritti nel canale sosta 6/7m sotto lo strapiombetto finale

L6 40m 5b superamento di un tratto aggettante, più impressionante che duro, seguite poi gli spit della via Plat fino in cima

Discesa in doppia dalla via attrezzate

Altre annotazioni:

Prima salita il 31/10/2016 di Ezio Marlier, Alberto Corbella

La via porta i cognomi di Gerard e Joël amici persi al Cervino nel 2016

 

(Fonte relazione e foto: gulliver.it)

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *