• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Sull’Aconcagua arriva il 4G e l’elisoccorso da pagare in anticipo

aconcagua_13

Manca poco all’apertura della stagione alpinistica dell’Aconcagua e le novità non si sono fatte attendere.

La prima riguarda le counicazioni: al campo base, posto nella zona Plaza de Mulas (4.200 m), verrà installata un’antenna 4G. Questo per lo meno il progetto, che deve ancora superare lo studio di impatto ambientale, dato che la montagna è all’interno del Parco Provinciale dell’Aconcagua.

Secondo MDZ online, che cita fonti vicine al progetto, l’antenna sarebbe concepita per essere il meno impattante possibile: “Non è un’antenna per i telefoni cellulari convenzionale, come quelle utilizzate nelle città, ma piuttosto saranno simili a parabole satellitari con batterie ricaricabili ad energia solare”.

Se ciò avvenisse, il segnale 4G potrebbe arrivare a tutti i campi alti dell’Aconcagua, rivoluzionando le comunicazioni, allo scopo non solo di inviare le proprie foto di vetta in modo rapido, ma anche di aumentare la sicurezza e facilitare i soccorsi.

La seconda novità riguarda proprio i soccorsi: il Governo ha annunciato in futuro l’elisoccorso non sarà più gratuito, ma le spedizioni dovranno pagarlo in anticipo prima di iniziare la salita. Il costo stimato potrebbe raggiungere i 40.000 $. Una decisione che ha già innescato diverse polemiche da parte degli alpinisti.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *