• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi, Film, Primo Piano

MAC 3 – Movie Alp Contest: tre minuti per raccontate le Alpi con un video

mac-3-movie-alp-contest

Un video, meno di tre minuti per raccontare le Alpi del Piemonte, la montagna vista da Cuneo e Cuneo vista dalle sue montagne.

L’Associazione Piemonte Movie, nell’ambito e su mandato del Cuneo Montagna Festival promosso da Comune e Provincia di Cuneo con Uncem Piemonte, in collaborazione con Film Commission Torino Piemonte e con il supporto di Fondazione CRC, organizza MAC 3 – Movie Alp Contest, primo concorso cinematografico per cortometraggi di lunghezza inferiore o uguale ai 3 minuti dedicato alle montagne piemontesi. Il concorso, alla sua prima edizione e all’interno del programma del Cuneo Montagna Festival (24-30 novembre 2016), è uno spazio cinematografico “attivo” per tutti filmmaker amatoriali e professionisti. Saranno invitati a partecipare registi locali ed extraterritoriali alla scoperta del territorio alpino piemontese e delle zone transfrontaliere di Francia, Svizzera, Liguria e Valle d’Aosta fornendo così una visione non solo regionale ma anche europea che supera i confini regionali e nazionali. I filmati si possono inviare entro il 15 novembre.

“Il significato del nome MAC 3 – spiega l’assessore alle Manifestazioni del Comune di Cuneo, Paola Olivero – racchiude al suo interno sia il passato che il presente di questo territorio. In piemontese Mac 3 significa “solamente 3”, e vuole richiamare così le forti radici linguistiche e storiche di cui è ancora permeato il territorio alpino piemontese”. “In chiave più moderna – aggiunge Alessandro Gaido di Piemonte Movie – Mac rimanda all’unità di misura del suono (Mach), sinonimo di velocità e futuro come gli aerei super sonici che sfrecciano al di sopra le Alpi. In qualche modo queste cime sono il perfetto incontro tra passato, presente e futuro che sicuramente risalterà grazie a questo contest. Il numero tre, infine, indica la durata massima che dovranno avere il lavori ovvero 3 minuti e anche le sezioni del contest”.

Il Movie Alp Contest sarà aperto a tutti senza limiti d’età e sui mezzi tecnici utilizzati: dalla videocamera professionale al telefonino. Saranno ammessi al concorso tutti i cortometraggi prodotti o distribuiti nel periodo che va dal 1° gennaio 2016 al 15 novembre 2016, di durata inferiore (o uguale) ai 3 minuti.

Il concorso sarà composto da tre sezioni competitive:
1. Panorami. In questa sezione i videomaker potranno iscrivere tutte quelle opere che parlano del presente e del futuro della montagna, quella fatta da storie legate al territorio, ai panorami conosciuti e sconosciuti di chi le abita da sempre o le frequenta da poco. Tema e generi cinematografici sono liberi.
2. Orizzonti. In questa sezione i videomaker potranno iscrivere tutte quelle opere che hanno le potenzialità cinematografiche per crescere e diventare un film. Qui confluiranno i teaser per progetti destinati a nuovi orizzonti. Tema e generi cinematografici sono liberi.
3.Visioni. In questa sezione i videomaker potranno iscrivere tutte quelle opere che parlano della promozione della montagna, quella fatta di immagini per raccontarla, per creare una visione. Tema e generi cinematografici sono vincolati alla realizzazione di uno spot promozionale. I partecipanti sono tenuti a presentare video rigorosamente relativi al territorio della Provincia di Cuneo.

L’iscrizione è gratuita ed è subordinata alla compilazione del form d’iscrizione online, presente sul sito www.festivalmontagna.it entro e non oltre il 15 novembre 2016. Lo staff dell’associazione Piemonte Movie selezionerà i 15 finalisti, 5 per ogni sezione, che verranno proiettati durante la serata di premiazione domenica 27 novembre alle ore 17.30 presso il Cinema Monviso di Cuneo, in via XX Settembre 14. I vincitori saranno poi valutati da una giuria di professionisti del settore. I premi sono messi a disposizione da Film Commission Torino Piemonte e saranno del valore di 1.000 € per il vincitore di ogni sezione.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *