• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Località, Primo Piano, Turismo

A Livigno piste aperte dal 26 novembre

Livigno si prepara allo start ufficiale della stagione invernale, previsto per il 26 novembre 2016, con un panorama tutto bianco. Le recenti nevicate hanno portato circa 25 cm di neve, che hanno contributo a incrementare la lunghezza della pista da fondo, aperta a metà ottobre, e ora percorribile per oltre 2 km. Anche il vincitore della Coppa del Mondo Sprint di sci di fondo, Federico Pellegrino, lo scorso weekend si è allenato sull’anello di Livigno in attesa delle prime competizioni ufficiali.

Le basse temperature consentiranno di procedere anche con l’innevamento programmato che copre circa l’80% delle piste e 10 km della pista di fondo. La skiarea di Livigno si estende su 115 km di piste per lo sci alpino (da 1800 a 2900 metri di quota) per un totale di 12 piste nere, 37 rosse e 27 blu, servite da 6 cabinovie (Carosello 3000 I e II; Mottolino, Livigno Centro Tagliede I e II; Cassana), 13 seggiovie e 11 skilift . Sono attivi due snowpark (uno al Mottolino Fun Mountain e uno al Carosello 3000), diversi parchi gioco sulla neve in vari punti di Livigno e un kindergarten con possibilità di asilo sulla neve per l’intera giornata presso la Scuola Sci Centrale.  A disposizione degli ospiti ci sono 150 maestri di sci, di snowboard, di fondo e di telemark suddivisi in sei scuole di sci con maestri specializzati nell’insegnamento delle varie discipline.

Per lo sci di fondo, le piste hanno uno sviluppo di 30 km dal centro del paese fino alla zona della Forcola e dell’Alpe Vago. Per il freeride, Livigno ha predisposto diversi check point di ingresso in zona di pista non battuta con rilevatore di Artva che si trovano all’ingresso della Val Federia, all’ingresso della Vallaccia, in cima al Costaccia, in cima al Corosello 3000, in cima al Monte della Neve al Mottolino. Sono inoltre presenti 10 schermi informativi ai principali impianti di risalita e in paese con le ultime news sulle condizioni del manto nevoso e del meteo. Complessivamente le zone freeride gestite sono 2, una al Mottolino Fun Mountain e una al Carosello 3000 e, tenendo conto della superficie totale del Comune di Livigno che è di 200 km quadrati, si può dire che la metà sia adatta al freeride e allo sci alpinismo.

I percorsi dedicati allo sci alpinismo sono 2 così come quelli per le ciaspole, a cui si aggiunge il sentiero battuto in zona Monte Vago.
Per il biathlon sarà predisposta una nuova nuova arena con sagome elettroniche di ultima generazione, ideali per la preparazione da parte di atleti professionisti e degli appassionati, sempre più in aumento, di questa disciplina.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *